Diciamoci la verità: fra canali all news, edizioni online dei principali quotidiani, trasmissioni di infotainment e quant’altro, oggi sembra di vivere in un vero e proprio mercato delle notizie.

Molte riflessioni, approfondimenti e dati passano in secondo piano, affogando nel mare magnum di tutti i prodotti elencati pocanzi. Ecco allora che di fronte al mercato delle notizie è giusta e necessaria la presenza di un “mercante di notizie“: qualcuno che delle news analizzi il “lato B“, e che sia il punto di partenza di un nascente spirito critico, smarrito nell’Italia in cui viviamo.

Chiunque voglia collaborare, commentare, diventare partecipe di questo progetto può liberamente farlo. La forza della rete è anche, e soprattutto, questa. A presto!